650 chilometri di trekking attraverso la Giordania

Trail

La ministra del Turismo giordano, Lina Annab, ha inaugurato la tracciatura del Jordan Trail che percorrerà la Giordania da nord a sGadaraud.

Il punto di partenza è la città di Umm Qays (foto qui a sinistra), la biblica Gadara costruita in basalto nero, e l’arrivo è posto ad Aqaba, l’antico porto sul Mar Rosso (foto a fondo pagina). Tra i luoghi di passaggio le mete famose di Petra e Wadi Rum.

Gestita direttamente dalla Jordan Trail Association (JTA), la tracciatura del percorso dovrebbe essere completamente eseguita entro la fine 2018. JTA prevede di lavorare a stretto contatto con le comunità locali in più di 52 villaggi e città lungo il percorso, in modo da formare guide locali e creare servizi adeguati agli escursionisti lungo tutto l’itinerario.

Una volta completamente tracciato, il Jordan Trail attirerà in Giordania più turisti amanti della avventura, una nicchia di mercato che ha visto un aumento significativo, nonostante i diversi problemi dei paesi limitrofi, cui la Giordania è estranea, che hanno influenzato il settore del turismo.Jordan Trail

Il percorso, mappato da oltre 40 membri della JTA tra il 2012 e il 2015, è di circa 650 km e attraversa paesaggi diversi, per biodiversità, storia e cultura locale.

Il Jordan Trail è suddiviso in 8 segmenti, ognuno dei quali rappresenta una regione diversa. Ogni segmento ha escursioni lunghe 4-5 giorni. Il percorso completo richiede dai 36 ai 40 giorni di cammino.

Per gli escursionisti c’è sia la possibilità di percorrere l’intero percorso, oppure di scegliere il segmento considerato di maggior interesse.

Taqabautte le info per gli escursionisti – itinerari, mappe, dettagli progettuali, valutazioni di difficoltà, contatti locali – sono disponibili sul sito internet dedicato al Jordan Trail: www.jordantrail.org.